giovedì 30 agosto 2012

Cinema restaurato a Venezia

I restauri della Cineteca di Bologna per Venezia Classici
La Cineteca di Bologna moltiplica il suo impegno nel restauro dei grandi titoli per la 69ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nell’ambito della retrospettiva Venezia Classici.
Un appuntamento importante, che rinnova il prestigio di cui gode ormai a livello internazionale il laboratorio L’Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna, chiamato a restituire nuova vita a molti capolavori del passato che trovano poi la loro migliore vetrina proprio nei maggiori festival del mondo, da Cannes a Venezia, appunto: la Cineteca di Bologna sarà presente alla Mostra di Venezia in occasione di importanti eventi che ne puntellano il programma, coinvolgendo – in questo lavoro di recupero della memoria cinematografica – diversi partner italiani e stranieri.



Leone d’Oro alla carriera a Francesco Rosi e Il caso Mattei

L’occasione del Leone d’Oro alla carriera che Francesco Rosi riceverà al Lido venerdì 31 agosto (ore 14, Sala Grande) sarà suggellata dal restauro, realizzato dalla Cineteca di Bologna, del film Il caso Mattei, che ritorna a quarant’anni dall’uscita del film nel 1972, che a sua volta seguiva a dieci anni di distanza la morte dell’allora presidente dell’Eni Enrico Mattei.
Il restauro del Caso Mattei rinnova la prestigiosa collaborazione tra The Film Foundation di Martin Scorsese, Gucci e Cineteca di Bologna, ai quali Eni, Paramount Pictures, Museo Nazionale del Cinema di Torino e Cristaldi Film si uniscono per questa importante occasione.


Porcile di Pier Paolo Pasolini

La riflessione della Cineteca di Bologna sulla figura di Pier Paolo Pasolini si sofferma a Venezia su uno dei film oggi misconosciuti di PPP, Porcile, realizzato nel 1969 e ora restaurato dalla Cineteca di Bologna in collaborazione con Movietime e Medusa (venerdì 31 agosto, ore 19.30, Sala Volpi).


La decima vittima di Elio Petri

Prosegue poi la collaborazione tra Cineteca di Bologna e Museo Nazionale del Cinema di Torino per il restauro dei film di Elio Petri: a L’assassino e I giorni contati si aggiunge ora La decima vittima, diretto nel 1965 e interpretato da Marcello Mastroianni e Ursula Andress (domenica 2 settembre, ore 19.30, Sala Volpi).
Il restauro di uno dei titoli fondamentali della filmografia di Elio Petri, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto (lunedì 3 settembre, ore 19.30, Sala Volpi), è invece promosso da Sony Columbia, ma realizzato sempre dal laboratorio L’Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna.


Progetto Rossellini: Stromboli terra di Dio

Raggiunge una nuova tappa il Progetto Rossellini (promosso da Istituto Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna, CSC-Cineteca Nazionale e Coproduction Office): dopo i restauri di La macchina ammazzacattivi, India (presentato a Venezia nel 2011) e Viaggio in Italia, verrà presentato alla Mostra il restauro di Stromboli terra di Dio (giovedì 6 settembre, ore 19.30, Sala Volpi), film che segna nel 1950 l’inizio della relazione personale e professionale tra Roberto Rossellini e Ingrid Bergman.


Retrospettiva 80!
Diversi i titoli che il L’Immagine Ritrovata restaurerà per la Retrospettiva 80!, pensata dalla Biennale di Venezia in occasione degli ottant’anni della Mostra del Cinema e realizzata a partire dalle copie dell’ASAC (Archivio Storico delle Arti Contemporanee della Biennale).
Tra i restauri presentati nella retrospettiva, la Cineteca di Bologna collabora a quello di Free at last (martedì 4 settembre, ore 17, Sala Volpi) realizzato da Gregory Shuker, James Desmond e Nicholas Proferes per la televisione pubblica statunitense PBS proprio nel 1968 anno dell’uccisione di Martin Luther King, a cui il documentario è dedicato.


Ermanno Olmi e Maurizio Zaccaro: Come voglio che sia IL MIO FUTURO

La “non-scuola” creata da Ermanno Olmi ipotesICinema (progetto formativo sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività culturali – Direzione Generale per il Cinema, operativo dal 2002 in seno alla Cineteca di Bologna) presenta, in collaborazione con Free Solo Produzioni e con il contributo della Banca Popolare di Vicenza, il progetto dello stesso Ermanno Olmi Come voglio che sia IL MIO FUTURO, realizzato da Maurizio Zaccaro (proiezione speciale fuori concorso giovedì 30 agosto, ore 14.30, Sala Pasinetti).
Un maestro dà voce ai giovani: frutto di riprese realizzate da giovanissimi autori raccolti già da diversi mesi proprio da Olmi e Zaccaro, il film traduce in immagini – con la libertà d’espressione a cui ci hanno abituato i lavori di ipotesICinema – i desideri e le speranze, le letture e le ipotesi sul proprio futuro di bambini e ragazzi intervistati in lungo e in largo per il Paese, toccando le città di Milano, Roma, Bologna, Napoli, Padova, Asiago, Rimini, Biella e Livorno.




69ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

I restauri della Cineteca di Bologna

Venezia Classici

Venerdì 31 agosto, ore 14, Sala Grande
Leone d’Oro alla carriera a Francesco Rosi
a seguire
IL CASO MATTEI (Italia/1972) di Francesco Rosi (116’)
Restaurato dalla Cineteca di Bologna al laboratorio L’Immagine Ritrovata in collaborazione con The Film Foundation, Paramount Pictures, Museo Nazionale del Cinema di Torino e Cristaldi Film.
Il restauro è stato finanziato da Gucci, Eni e The Film Foundation.
Replica: sabato 1° settembre, ore 13, Palabiennale

Venerdì 31 agosto, ore 19.30, Sala Volpi
PORCILE (Italia/1969) di Pier Paolo Pasolini (98’)
Restaurato dalla Cineteca di Bologna al laboratorio L’Immagine Ritrovata in collaborazione con Movietime e Medusa.
Replica: sabato 1° settembre, ore 20, Sala Perla 2

Domenica 2 settembre, ore 19.30, Sala Volpi
LA DECIMA VITTIMA (Italia/1965) di Elio Petri (93’)
Restaurato dalla Cineteca di Bologna al laboratorio L’Immagine Ritrovata in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino.
Replica: martedì 4 settembre, ore 17.30, Sala Pasinetti

Giovedì 6 settembre, ore 19.30, Sala Volpi
STROMBOLI TERRA DI DIO (Italia/1950) di Roberto Rossellini (107’)
Restaurato al laboratorio L’Immagine Ritrovata nell’ambito del Progetto Rossellini promosso da Istituto Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna, CSC-Cineteca Nazionale e Coproduction Office
Replica: venerdì 7 settembre, ore 17.30, Sala Pasinetti

Retrospettiva 80!

Martedì 4 settembre 2012, ore 17, Sala Volpi
FREE AT LAST (USA/1968) di Gregory Shuker, James Desmond, Nicholas Proferes (73’)
Restaurato dalla Cineteca di Bologna al laboratorio L’Immagine Ritrovata
Replica: mercoledì 5 settembre, ore 20, Sala Perla 2

Proiezione speciale fuori concorso


Giovedì 30 agosto, ore 14.30, Sala Pasinetti
COME VOGLIO CHE SIA IL MIO FUTURO. UN PROGETTO DI ERMANNO OLMI (Italia/2012) di Maurizio Zaccaro (63’)
Presentato da ipotesICinema – formazione, Cineteca di Bologna, Free Solo Produzioni realizzato con il contributo della Banca Popolare di Vicenza.
Repliche: venerdì 31 agosto, ore 22, Sala Volpi; venerdì 7 settembre, ore 17.30, Sala Perla 2


martedì 28 agosto 2012

Documentari in rete

Posticipate al 7 settembre le iscrizioni per partecipare alla terza edizione di ViaEmiliaDocFest, il primo
Festival Italiano online del cinema documentario, ideato da Pulsemedia, da quest'anno
organizzato da Kaleidoscope Factory, in collaborazione con Regione Emilia Romagna, Emilia
Romagna Film Commission, Solares-Fondazione delle Arti, Arci Ucca e con gli Assessorati alla
Cultura del Comune di Modena e di Reggio Emilia e cinemaitaliano.info
La chiusura del bando d'iscrizione, scaricabile sul sito www.viaemiliadocfest.tv è posticipata al 7
settembre2012. Il Festival è aperto a tutte le opere completate dopo il 1 gennaio 2010, senza
limiti di durata, genere e formato, non ancora distribuite in sala o in tv. La partecipazione è
gratuita.
A partire dal 26 settembre 2012, giorno di apertura ufficiale del festival ViaEmiliaDocFest, le
trenta opere selezionate dal Comitato di selezione, entreranno in Concorso per un mese e
saranno visibili sul portale www.viaemiliadocfest.tv.
I documentari saranno sottoposte al giudizio di una Giuria qualificata del settore
cinematografico che designerà il vincitore assegnandogli il "Premio della Giuria
ViaEmiliaDocFest 2012". La giuria sarà composta da CARLO A. BASCHMIDT, PETER ALMOND,
GIOVANNI CIONI, ANASTASIA PLAZZOTTA e DARIA MENOZZI.
Anche Il pubblico potrà votare le opere in Concorso dal 26 settembre 2012 al 31 ottobre
2012, previa registrazione al portale www.viaemiliadocfest.tv. Il titolo più votato dagli utenti
del portale, sarà il vincitore del "Premio del Pubblico Web 2012".
Un appuntamento unico che, grazie al web 2.0, consente di dare visibilità a un numero sempre
crescente di produzioni indipendenti, spesso mal distribuite e dunque invisibili per il grande
pubblico, e di documentare le nuove tendenze di un settore sempre più in espansione quale
quello del cinema documentario.
Grazie alla rete e alle avanzate tecnologie audio video, le scorse edizioni di ViaEmiliaDocFest
hanno ottenuto risultati stupefacenti: per due mesi il portale www.viaemiliadocfest.tv ha
permesso la visione integrale e ad alta definizione dei trenta film in concorso, registrando
25.000 utenti unici che hanno espresso circa 10.000 voti validi con quasi 200.000 pagine visitate.
Quest'anno, per chi volesse, le opere potranno essere lasciate on line sul canale dedicato di
YuouTube di ViaEmiliaDocfest anche dopo la chiusura del festival.
ViaEmiliaDocFest anche quest’anno affiancherà al Concorso altre interessanti offerte tra sezioni
parallele, momenti live e incontri, con l’intento di favorire lo scambio di contatti e informazioni
fra i filmmaker presenti e i professionisti del mondo audiovisivo.
Contatti e OrganizzazIone
Kaleidsocope Factory
Valentina Damiani: +39 347 5454985 – info@viaemiliadocfest.tv
Valentina Marchesi: +39 347 9613173
/PULSEMEDIA Srl sede legale: via Lisbona 2 - 41049 Sassuolo (MO)

lunedì 27 agosto 2012

Interrogare la natura

Interrogare la natura: workshop con Luca Andreoni
Ad ottobre, sullo sfondo suggestivo dell’Appennino emiliano, il primo appuntamento
della stagione di workshop 2012-2013 di Fondazione Fotografia

Immagine del workshop con Luca Andreoni, Lago Santo, novembre 2011
foto Emmanuele Coltellacci

Prenderà avvio il prossimo 5 ottobre, nell’Appennino emiliano, la nuova stagione di workshop di Fondazione Fotografia. L’appuntamento è con Luca Andreoni che proporrà un percorso di tre giorni sul rapporto tra uomo e natura, inaugurando così il primo dei quindici appuntamenti con artisti ed esperti di fotografia italiani e internazionali in programma tra ottobre 2012 e novembre 2013. Rivolti a professionisti, artisti e a tutti gli appassionati di fotografia e arti visive, i workshop offrono occasioni formative diversificate, che spaziano dal ritratto alla fotografia di paesaggio, dalla ripresa notturna all'arte come forma di impegno politico, dalle tecniche di stampa tradizionali all'elaborazione digitale delle immagini.
Dopo il successo dello scorso anno, il workshop “Interrogare la natura” verrà proposto nella sua seconda edizione, da venerdì 5 a domenica 7 ottobre 2012. Punto di partenza del corso condotto da Luca Andreoni sarà il lavoro di uno dei più importanti fotografi del secolo scorso, Edward Weston, in mostra da settembre a dicembre in una grande retrospettiva all’ex ospedale Sant’Agostino di Modena. La visita alla mostra sarà seguita da una full immersion con Andreoni nella natura dell’Appennino emiliano. Il workshop proseguirà infatti presso il Rifugio Marchetti, al Lago Santo Modenese, per due giorni intensivi di riflessioni teoriche, escursioni e sessioni di ripresa fotografica. In un incontro conclusivo, a due mesi di distanza, verranno infine visionati e discussi i lavori realizzati dai partecipanti sulla base degli spunti ricevuti durante il corso.  
Luca Andreoni (Sesto San Giovanni, 1961) inizia a fotografare negli anni ottanta, compiendo un isolato percorso di formazione influenzato dalla fotografia di paesaggio americana. Nel 1995 prende parte al progetto della Provincia di Milano “Archivio dello Spazio”, ampia indagine fotografica sul paesaggio contemporaneo a cui partecipa nuovamente nel 1997 insieme ad Antonio Fortugno. Iniziata già dal 1994, la collaborazione con Fortugno dà vita a un duo artistico che prosegue attivamente fino al 2006, portando alla realizzazione di numerosi importanti lavori e a ricerche che ancora oggi sono al centro dell’interesse del fotografo. A fianco dell’attività artistica, Andreoni è da molti anni impegnato nel campo dell’insegnamento: ha svolto docenze di Fotografia e Storia della fotografia presso varie istituzioni quali la Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università Cattolica di Milano, l’Università degli Studi dell’Insubria di Varese, Naba - la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e l'Accademia di Belle Arti di Bologna. Tiene inoltre regolarmente workshop e dal 2008 cura il progetto di residenze d'artista del Mountain Photo Festival.
Programmi, costi e modalità di partecipazione sono consultabili sul sito di Fondazione Fotografia, dove sarà presto disponibile il programma completo 2012-2013.
Sarà possibile iscriversi ai singoli corsi a partire da lunedì 27 agosto 2012.

Info
Ufficio Didattica e Formazione
Fondazione Fotografia
Via Giardini 160 | 41124 Modena
T 059 224418
formazione@fondazione-crmo.it
www.fondazionefotografia.it
join us on facebook and twitter

domenica 26 agosto 2012

In me non c'è che futuro

In me non c’è che futuro Ritratto di Adriano Olivetti ottobre 2011 "C­’è stato un momento, a metà degli anni ’60 del XX secolo, in cui un’­azienda italiana ebbe l’­occasione di guidare la rivoluzione informatica mondiale, 10 anni prima dei ragazzi della Silicon Valley: Steve Jobs e Bill Gates. Una rivoluzione tecnologica che aveva le sue radici in una rivoluzione culturale e sociale, in un modello industriale pensato al di là di Socialismo e Capitalismo, che il suo promotore, Adriano Olivetti, aveva cominciato a sperimentare sin dagli anni ’30 a Ivrea, in provincia di Torino." Queste le considerazioni che hanno portato il regista Michele Fasano ad avviare un complesso lavoro di ricostruzione storica che da Camillo Olivetti, fondatore della prima fabbrica di macchine per scrivere, conduce lo spettatore ai giorni nostri, facendo riecheggiare le parole di Adriano Olivetti nel discorso ai lavoratori di Pozzuoli del 1955: "Può l’industria darsi dei fini? Si trovano questi semplicemente nell’indice dei profitti?" La Fondazione Adriano Olivetti ha supportato il lavoro scientifico del regista che iniziò a scrivere la sceneggiatura sin dal 2008, con il Professor Francesco Novara, coautore del volume "Uomini e lavoro alla Olivetti" edito dalla Bruno Mondadori nel 2005. http://www.fondazioneadrianolivetti.it

sabato 25 agosto 2012

Spina Festival

CASA MUSEO REMO BRINDISI

Via Nicolò Pisano 45 (44022)
Lido Di Spina



Lo spirito dello Spinafestival è sempre stato indissolubilmente legato al territorio del comune di Comacchio e anche questa edizione, in linea con le ultime, prenderà vita negli spazi della Casa-museo Remo Brindisi.

Ritornando alle volontà del Maestro Brindisi, è stato pensato un festival che uscisse dalla forma-spettacolo che lo ha contraddistinto in queste ultime edizioni. L'idea che anima tutta la rassegna è quella del coinvolgimento diretto dello spettatore. Gli spettacoli che si alterneranno il 25 e il 26 Agosto hanno la pretesa di essere altro dalla loro forma e messa in opera originaria. Non ci saranno spettacoli “interi” ma frammenti di questi. Il giardino e l'interno della casa saranno concepiti come laboratori artistici aperti dove gli spettatori, durante gli orari d'apertura, si troveranno immersi in una realtà in continuo movimento.
orario: abato: 18 - 01, Domenica 18 - 00.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)

biglietti: free admittance
vernissage: 25 agosto 2012. h 18
curatori: Mara Marchisio, Giacomo Piazzi, Luca Zarattini
autori: Paola Anziché, Cuoghi Corsello, Teatro Deluxe, Giovanna Ricotta, Marco Spaggiari
patrocini: Comune di Comacchio
genere: arte contemporanea, collettiva
email: info@spinafestival.com
web: www.spinafestival.com

venerdì 24 agosto 2012

La Biennale di Venezia

 CINEMA  
69. Mostra del Cinema   /   69th Venice Film Festival

La 69. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, diretta da Alberto Barbera, si inaugura mercoledì 29 agosto con la Cerimonia di apertura e la proiezione di The Reluctant Fundamentalist di Mira Nair, fuori concorso. Vedi il Calendario delle proiezioni dal 29 agosto all'8 settembre, e la Biglietteria per informazioni su biglietti e abbonamenti. Tutte le info sulla 69. Mostra >>

The 69th Venice Film Festival, directed by Alberto Barbera, kicks off on Wednesday 29th August with the Opening Ceremony and the screening of Mira Nair's The Reluctant Fundamentalist, out of competition. Check out the Screenings schedule from 29th August to 8th September and the Tickets page for information on tickets and subscriptions. Read more on the 69th Venice Film Festival >>


 ARCHITETTURA / ARCHITECTURE  

13. Mostra Internazionale di Architettura   /   Common Ground
La 13. Mostra Internazionale di Architettura, diretta da David Chipperfield e intitolata Common Ground, apre al pubblico mercoledì 29 agosto; lo stesso giorno si svolgerà la cerimonia di premiazione e di inaugurazione. Vernice per stampa e operatori professionali il 27 e 28 agosto. Vedi le informazioni di Biglietteria e tutte le informazioni sulla 13. Mostra >>

The 13th International Architecture Exhibition, directed by David Chipperfield and titled Common Ground, opens to the public on Wednesday 29th August; the same day the awards ceremony and inauguration will take place. Preview for the Press and Professionals on 27th and 28th August. Check out the information on Tickets and the rest of the information on the 13th Exhibition >>


 TEATRO / THEATRE  

Concluso il Laboratorio Int.le del Teatro   /   Intl. Theatre Workshop now closed
Dal 4 al 13 agosto si è svolta la nuova edizione del Laboratorio Internazionale del Teatro, diretto da Àlex Rigola. Cinque autori della scena contemporanea - Luca Ronconi, Declan Donnellan con Nick Ormerod, Claudio Tolcachir, Neil LaBute, Gabriela Carrizo - hanno tenuto i rispettivi laboratori. Il Leone d'oro alla carriera è stato consegnato il 6 agosto a Luca Ronconi. Il laboratorio di critica teatrale condotto da Andrea Porcheddu ha contribuito con saggi e interventi critici a un'analisi delle tematiche del Laboratorio.

The new edition of the International Theatre Workshop, directed by Àlex Rigola, ran from 4th to 13th August. Five directors of the contemporary stage (Luca Ronconi, Declan Donnellan with Nick Ormerod, Claudio Tolcachir, Neil LaBute, and Gabriela Carrizo) held their respective workshops. The Golden Lion for Lifetime Achievement was presented to Luca Ronconi on 6th August. The next International Theatre Festival will take place in 2013.


 LA BIENNALE  

Notizie in breve   /   Flash News
• Dedicata agli appassionati e agli specialisti, la Biennale Card consente ai sottoscrittori di usufruire di una serie di benefit, in ragione dell'opzione di adesione prescelta, distribuiti su tutte le attività della Biennale. Acquista la tua Card >>
• Iniziative Educational nell'ambito delle manifestazioni di Architettura e Musica, dedicate alle scuole e agli insegnanti, si terranno il 5, 6, 7 settembre.
La Biennale di Venezia e Ferrovie dello Stato Italiane hanno rinnovato l’accordo a favore di tutti i soci Cartafreccia e di coloro che raggiungeranno Venezia a bordo dei treni Frecciabianca e Frecciargento in occasione della 13. Mostra Int.le di Architettura e della 69. Mostra Int.le d’Arte Cinematografica. Leggi di più >>

• Dedicated to professionals and art lovers interested in the initiatives organised by La Biennale di Venezia, the Biennale Card enables holders to take advantage of a series of benefits (depending on the type of card purchased) covering all the Biennale's activities. Buy your Biennale Card >>
Educational initiatives as part of the Architecture and Music programs and dedicated to schools and teachers will take place on 5th, 6th and 7th September.
La Biennale di Venezia and Ferrovie dello Stato Italiane have renewed the agreement for Cartafreccia subscribers and for those who will get to Venice aboard Frecciabianca and Frecciargento trains on the occasion of the 13th Intl. Architecture Exhibition and the 69th Venice Film Festival.

giovedì 23 agosto 2012

Ferrara città aperta


passeggiate culturali in occasione del Ferrara Buskers Festival 2012

Giovedì - Venerdì - Sabato

23 - 24 - 25 Agosto
Sex in the City
Itinerario nella storia della sessualità attraverso il centro storico di Ferrara.

Passeggiata a piedi  partecipazione rigorosamente ad offerta libera

appuntamento e partenza: ore 21.00

Il Mercatino del Libro e del Fumetto, via delle Scienze, 12 - Ferrara

Giovedì - Venerdì - Sabato e Domenica
23  - 24 - 25 e 26 Agosto

Ferrara Medioevale

I misteri della Cattedrale, i capolavori del Museo della Cattedrale (ingresso ridotto per tutti, Euro 3 studenti gratis),
per via delle Volte all’antico porto e al Castrum bizantino. Passeggiata a piedi

appuntamento e partenza
ore 10.00 e ore 16.00

Piazza della Cattedrale, davanti al portale maggiore della Cattedrale

Partecipazione: tariffa unica: Euro 5, ragazzi fino a 14 anni gratis

 

Le passeggiate sono a cura di Alessandro Gulinati.

 Informazioni: tel. 340-6494998 - ale.gulinati@gmail.com

E’ una azione a sostegno del

Cantiere Aperto all’Oratorio dell’Annunziata in via Borgo di Sotto, 47 – Ferrara


Ferrara Città Aperta
aderisce a:
Nessuna scossa fermerà il nostro cuore

La T-shirt che aiuta la ricostruzione è in vendita presso Il Mercatino del Libro e del Fumetto



--

*****************************************************

Mercatino del Libro e del Fumetto
Via scienze, 12 Ferrara
Tel. 0532 205804
e-mail: mercatinolibrife@libero.it
http://www.myspace.com/mercatino_del_libro
http://www.facebook.com/mercatinodellibro
http://www.youtube.com/mercatinodellibro
****************************************************

   
FERRARA CITTA' APERTA prosegue e per il clou del Buskers Festival 2012, quindi per ferraresi, escursionisti e turisti propone due itinerari utili per conoscere Ferrara in un modo diverso e prendere contatto con le difficoltà nella conservazione dei beni culturali, specie dopo il sisma del maggio scorso:

1) Sex in the City - Itinerario nella storia della sessualità attraverso il centro storico di Ferrara (da Giovedì a Domenica sera rigorosamente ad offerta libera) e invece il giorno

2) Ferrara medioevale,...
alla scoperta dei misteri della Cattedrale, del Museo della Cattedrale (Euro 3 ingresso ridotto per tutti, studenti gratis) e del centro storico medioevale, per via delle Volte al Cstrum bizantino..

La partecipazione alla visita guidata Ferrara medievale costa 5 Euro per tutti, ragazzi fino a 14 anni gratis. Non occorre prenotare appuntamento e partenza ore 10 e ore 16 davanti al portale maggiore della Cattedrale, Piazza della Cattedrale.

Durante le visite guidate sarà possibile acquistare la T-Shirt Nessuna scossa fermerà il nostro cuore per alimentare, in accordo con il Comune di Ferrara, il fondo per la ricostruzione.

martedì 21 agosto 2012

Collecchio video festival

CORTOMETRAGGI E DOCUMENTARI SELEZIONATI 2012
21 - 07 - 2012
Sono stati selezionati i corti e i doc che parteciperanno alla edizione 2012 del Collecchio Video Film Festival.
Al seguente link potete trovare i titoli per le varie categorie.

SELEZIONATI 2012


PROGRAMMA GENERALE 2012 COLLECCHIO VIDEO FILM FESTIVAL
21 - 07 - 2012
Anche quest' anno il Collecchio Video Film Festival propone, oltre al concorso, tanti appuntamenti che arricchiranno i quattro giorni di festival.
Mostre, proiezioni notturne, parate musicali, incontri e installazioni per il Parco Nevicati.
Vi aspettiamo il 23 - 24 - 25 - 26 agosto a Collecchio (Parma)

TUTTE LE INIZIATIVE SONO GRATUITE

PROGRAMMA COMPLETO

venerdì 17 agosto 2012

Concorso fotografico

  trailer del Si Fest OFF, rassegna fotografica indipendente a cura del Circolo fotografico "Cultura e Immagine" di Savignano sul Rubicone, ospitato all'interno del SI FEST nei giorni 14,15 e 16 settembre 2012, con un ricco programma di mostre, installazioni, performance e videoproiezioni.
Il video è stato realizzato da Cinzia *Aze, in collaborazione con Mario Beltrambino e Tomas Maggioli del Circolo fotografico "Cultura e Immagine", special guest Reina Fra
Partecipazione e regolamento
Chi fosse interessato a presentare la propria candidatura troverà a questo link il regolamento di partecipazione completo di tutte le informazioni utili.
Seguici su:
Facebook & Twitter

Per il SI FEST OFF
Tomas Maggioli - responsabile coordinamento

Info. 0541.941895 - 339.7235070
E-mail: sifestoff@culturaeimmagine.it

martedì 14 agosto 2012

Cinema all'aperto

 
CINEMA NEL PARCO I migliori film della stagione
Arena Parco Diamanti
Via Dosso Dossi 8
Orario:
21.30
Ingresso: euro 6,00
Dal 29 giugno al 26 agosto
Informazioni
Tel. 0532 241419
ferrara@arci.it
lunedì 13: La mia vita è uno zoo di C. Crowe
martedì 14: Marigold Hotel di J. Madden
mercoledì 15: The Amazing Spiderman di M. Webb
giovedì 16: Marylin di S. Curtis
venerdì 17: Cosmopolis di D. Croenenberg
sabato 18: Pollo alle prugne di M. Satrapi
domenica 19: Hysteria di A. Antonini
lunedì 20: Ciliegine di L. Morante

In caso di maltempo le proiezioni si terranno alla Sala Boldini.
http://www.arciferrara.org

sabato 11 agosto 2012

Ultimo spettacolo

TEATRO SOCIALE DI FINALE EMILIA SABATO 19 MAGGIO 2012 ore 21,15 / Commedianti della Pieve presentano ...E STASERA ...MUSICAL!!! - INTERPRETI Mirco Botta, Barbara Novi, Manuela Fortini, Laura Cestari, Carlo Polastri, Annalisa Vassalli, Sceneggiatura: Laura Cestari e Giulio Aleotti Costumi Carlo Polastri Luci Stefano Accorsi Audio e video Gianni Borgata Corpo di ballo: Rossella M. Gigli, Lisa Tommasini, Jasmine Zucchi Regia di Giulio Aleotti Ultimo spettacolo prima del terremoto del 20 maggio; gli spettacoli continuano al teatro tenda di Via Allegro Grandi (vedi programma)

venerdì 10 agosto 2012

mercoledì 8 agosto 2012

Pozzetto a Locarno

Dopo l'arrivo di Ornella Muti, toccherà a Renato Pozzetto chiudere il festival con due suoi film come attore e uno come regista, cronache giornaliere su http://www.rsi.ch/pardo/

domenica 5 agosto 2012

Oro olimpico a Renazzo

JESSICA ROSSI, ORIGINARIA DI RENAZZO, MEDAGLIA D'ORO NEL TIRO A VOLO

Jessica ha sbaragliato le avversarie con 99 colpi a segno su 100 segnando il nuovo record mondiale.

Il Sindaco Piero Lodi a nome dell'Amministrazione Comunale e della cittadinanza centese, porge le più vive congratulazioni alla giovane campionessa, che ha dedicato la vittoria alla "sua" Emilia colpita dal terremoto.

Jessica Rossi
è nella Storia dello sport: a vent'anni oro e record del mondo nel tiro al volo.
La giovane originaria di Renazzo e ora residente a Crevalcore, ha sbaragliato le avversarie con un punteggio mai visto prima a un'Olimpiade, 99 colpi andati a segno su 100. Polverizzato il precedente primato registrato a Pechino 2008, "solamente" 91 piattelli distrutti e anche quello stabilito dalla slovacca Stefecekova (96/100) nel 2006 in Cina, a Qingyuang.

Jessica lo scorso 12 ottobre era stata premiata in consiglio comunale a Cento dal sindaco Piero Lodi e dall’assessore allo sport, Claudia Tassinari, dopo la vittoria nella Coppa del Mondo.
Jessica Rossi in Consiglio

Padroni di casa



(The Landlords)
Italia · 2012 · 35 mm · Colore · 90' · v.o. italiano
Italia oggi. I fratelli Cosimo ed Elia, due giovani velleitari imprenditori edili, giungono da Roma in un remoto paesino dell’appennino Tosco-Emiliano per realizzare una ristrutturazione nella villa dell’unico possidente dell’area: il popolare cantante Fausto Mieli. Mieli si è ritirato dalle scene e vive in quel paese ormai da più di un decennio con la moglie Moira, costretta da una malattia su una sedia a rotelle. Mieli è amato e al contempo odiato dalla comunità locale. A giorni, in paese, si terrà il suo concerto rentrée. Nel frattempo, la goffa e inconsapevolmente arrogante presenza di Cosimo ed Elia nel borgo genera fastidio e suscita l’ostilità dei maschi locali. Adriana, la bella del paese, è fortemente attratta da Elia e in segreto sogna di fuggire via con lui. Il conflitto che si sviluppa con l’arrivo degli «stranieri» produce conseguenze terribili e inattese nella vita di tutti i protagonisti e della comunità.

Oggi alle 16.15, sala FEVI, al festival di Locarno, unico film italiano in concorso.

Regia
Edoardo Gabbriellini
Interpreti
Valerio Mastandrea , Gianni Morandi , Elio Germano , Valeria Bruni Tedeschi
Immagini
Daria D'Antonio
Musiche
Cesare Cremonini, Stefano Pilia, Gabriele Roberto

Sarah Morris

Sarah Morris è un’artista americana nata in Inghilterra. Nei suoi dipinti e nei suoi film gioca con l’architettura e la psicologia degli ambienti urbani. Esplorando i nessi tra la politica e le città moderne, Sarah Morris mette a nudo alcuni aspetti che strutture urbane, città e nazioni preferirebbero forse nascondere e analizza come determinati momenti storici possano influire sull’aspetto esteriore di una città. Le sue opere sono state esposte in luoghi di prestigio quali il Palais de Tokyo di Parigi, il Museo d’Arte di Bologna e la Fondazione Beyeler a Basilea.
Il festival di Locarno le dedica una personale
2012 Rio
2011 Chicago
2009 Robert Towne
2005 Los Angeles
1999 AM/PM

sabato 4 agosto 2012

Ferie Cineteca

Con 'Un solo errore' di Matteo Pasi si è concluso ieri sera il ciclo di proiezioni in Piazza Maggiore: 40 serate di grande cinema curate dalla Cineteca di Bologna, con le proposte di Il Cinema Ritrovato e Sotto le stelle del Cinema.
La programmazione riprenderà prestissimo con la riapertura del CINEMA LUMIÈRE venerdì 31 agosto, con i capolavori restaurati presentati parallelamente alla Mostra del Cinema di Venezia.
Per maggiori informazioni: http://www.cinetecadibologna.it/news/n_138

Si ricorda che la BIBLIOTECA RENZI, via Azzo Gardino 65/b, rimarrà chiusa per la pausa estiva dal 6 al 27 agosto compresi. Durante tale periodo non sarà attivo il servizio 'Chiedilo al Bibliotecario'.
Gli UFFICI della Cineteca, via Riva di Reno 72, rimarranno chiusi nella sola settimana di ferragosto, a partire da lunedì 13, e riapriranno lunedì 20 agosto.

venerdì 3 agosto 2012

Retrospettiva Otto Preminger

La retrospettiva della 65esima edizione del Festival del film Locarno, in collaborazione con la Cineteca svizzera e la Cineteca francese, sarà dedicata al maestro hollywoodiano di origine europea Otto Preminger (1905 -1986).
Il Festival presenterà l’intera opera cinematografica del regista: una quarantina di pellicole che saranno proiettate nelle migliori copie disponibili in 35mm. Come per la retrospettiva dedicata a Ernst Lubitsch (2010) e quella a Vincente Minnelli (2011), le proiezioni saranno accompagnate da presentazioni di cineasti, attori e critici cinematografici presenti a Locarno. Parallelamente alle proiezioni dei film, il pubblico del Festival potrà assistere a una tavola rotonda sul cinema di Otto Preminger moderata da Carlo Chatrian, curatore della retrospettiva.
In occasione dell’evento sarà pubblicato un volume in francese e inglese edito da Capricci in collaborazione con la Cineteca svizzera e il Festival di Locarno. La Cineteca svizzera e la Cineteca francese riprenderanno in autunno la retrospettiva dedicata a Otto Preminger.
Olivier Père, Direttore artistico del Festival del film Locarno, dichiara: “Il cinema di Otto Preminger rappresenta l’apogeo del classicismo e si basa sull’arte dell’equilibrio e sulla genialità della composizione formale e narrativa, che coniuga destini individuali e Storia, violenza e disciplina, razionalità ed emozione, scetticismo e umanità”. (Blog di Olivier Père su Otto Preminger)
La 65esima edizione del Festival del film Locarno si terrà dall’1 all’11 agosto 2012.

Biografia di Otto Preminger:
Otto Preminger nasce a Wiznitz, Austria-Ungheria, nel 1905. Inizia la sua carriera come attore e regista teatrale sotto la guida di Max Reinhardt. Firma in Austria il suo primo lungometraggio, Il grande amore (Die grosse Liebe, 1931), e nel 1934 si trasferisce negli Stati Uniti, dove inizia a lavorare come regista di produzioni cinematografiche per la 20th Century Fox. Nel 1944 Preminger realizza il suo primo capolavoro, Vertigine (Laura), un classico del film noir che segna il vero debutto della sua carriera. Dopo questo film seguono una serie di studi psicologici al femminile che adottano spesso la forma del poliziesco, come Un angelo è caduto (Fallen Angel, 1945), o Seduzione mortale (Angel Face, 1952) ma anche del melodramma storico (Ambra - Forever Amber, 1947), in cui Preminger perfeziona la sua arte della messinscena e sviluppa un’abile direzione degli attori. Nel 1953, stanco dei problemi con la censura e con i dirigenti degli studios, Preminger decide di diventare produttore di se stesso ed esercitare un totale controllo sui suoi film; inaugura questo periodo di libertà e creatività con una commedia di grande successo, La vergine sotto il tetto (The Moon Is Blue, 1953). Preminger realizza, tra il 1954 e il 1962, una successione di capolavori quali La magnifica preda (River of No Return, 1954), Buongiorno Tristezza (Bonjour Tristesse, 1958), Anatomia di un omicidio (Anatomy of a Murder, 1959), Exodus (1960) eTempesta su Washington (Advise & Consent, 1962).
Dopo Bunny Lake è scomparsa (Bunny Lake Is Missing) girato a Londra nel 1965, Preminger firma una serie di film di minor successo. Avrà tuttavia il tempo di realizzare un ultimo grande film, Il fattore umano (The Human Factor, 1979), prima di morire a New York nel 1986.

giovedì 2 agosto 2012

Ben Gazzara e l’apertura di una scatola di sardine

<em>Gazzara</em> di Joseph Rezwin
Gazzara di Joseph Rezwin
Histoire(s) du cinéma, storia del cinema e storie di cinema. Non c'era miglior sezione per il documentario Gazzara, atto d'amore per uno degli attori più affascinanti e carismatici della Settima Arte.
O meglio, nasce come tributo per poi divenire romanzo di una vita e racconto di formazione per il regista stesso, qui anche attore apparentemente comprimario del film.
Joseph Rezwin, infatti, si era posto in questo road movie a piedi- una camminata attraverso la New York di Ben- come spettatore privilegiato, come pungolo.
E finisce per divenire protagonista, grazie al divo generoso e sensibile che lo fa riflettere sul proprio talento, sulla necessità di superare l'ossessione per lui e Cassavetes (Rezwin e Gazzara si incontrarono sul set de La sera della prima) per seguire la propria strada.
Lo fa con la grazia con cui rivela che deve la sua fama di playboy al suo autista; con cui racconta il suo primo incontro con la morte, l'annegamento di un compagno di giochi; con cui racconta il suo cinema, la sua educazione all'arte e alle emozioni di un set o di un palco.
Joe, il regista, rivela che incontrare un uomo eccezionale come Ben non può che trasformarti. Vale anche per gli spettatori che lo scopriranno a pochi mesi dalla morte avvenuta il 3 febbraio scorso.
Si sentiranno accarezzati da quell'uomo gentile, da quell'arguzia un po' disorientata dalla vecchiaia, da quel carisma che non è scemato e che forse è ancora più forte, perchè non distratto dalla bellezza e la sensualità della  gioventù, ricordateci dall'uso di un repertorio straordinario e sottolineate da musiche scelte con cura.
Tutto per arrivare a quell'insegnamento che ogni uomo d'arte e di cinema dovrebbe incidere a fuoco nella propria anima e che lui ci regala sui titoli di coda:"meglio una banalità detta o fatta con grazia che un rischio preso senza essa.
La grazia può rendere sublime una corrida, la boxe, persino l'apertura di una scatola di sardine". E se è quella di Ben Gazzara può rendere unici un aneddoto, un autografo, un ricordo.