domenica 14 ottobre 2018

Straniere a se stesse

Per un certo verso, le ventenni-trentenni di Antonioni corrispondono grosso modo alla generazione delle nostre madri: Yvonne Furneaux è del 1928, Eleonora Rossi Drago del 1925, Anna Maria Pancani del 1936, Madeleine Fischer del 1935, Valentina Cortese del 1923 e Lucia Bosé del 1931.
Andrea Malaguti
"Straniere a se stesse" esamina i primi tre lungometraggi a soggetto girati da Michelangelo Antonioni ("Cronaca di un amore", "La signora senza camelie" e "Le amiche") nel contesto storico e culturale dell'Italia degli anni cinquanta, mettendo in rilievo il complesso nodo che lega i personaggi femminili, centrali nelle pellicole analizzate, e le contraddizioni ancora irrisolte dell'identità nazionale del dopoguerra. Tanto spontanee quanto incoerenti, Paola Molon, Clara Manni e le cinque amiche torinesi si muovono a fatica in una realtà sociale ipocrita e ambigua, di cui sono il riflesso e con la quale, tuttavia, non riescono a identificarsi fino in fondo. Il libro pone quindi l'accento sullo scarto tra il progetto culturale del neorealismo - in cui figure femminili come Pina in Roma città aperta o Silvana in Riso amaro confermano l'identità nazionale, rispecchiando fedelmente un'etica e un immaginario collettivi - e lo scetticismo di Antonioni, che nelle donne vede invece la cartina al tornasole delle incongruenze taciute dalle narrazioni che la società italiana del dopoguerra offre di se stessa.

Immagini del mondo fluttuante

Il Museo Civico Archeologico di Bologna ospita le opere dei due più grandi Maestri del Mondo Fluttuante: Katsushika Hokusai (1760-1849) e Utagawa Hiroshige (1797-1858).
La mostra espone, per la prima volta in Italia, una selezione straordinaria di circa 250 opere provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston.
Il progetto di mostra, diviso in 6 sezioni tematiche, curato da Rossella Menegazzo con Sarah E. Thompson, è una produzione MondoMostre Skira con Ales S.p.A Arte Lavoro e Servizi in collaborazione con il Museo di Boston, promosso dal Comune di Bologna | Istituzione Bologna Musei e patrocinato dall’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone, dall’Ambasciata del Giappone in Italia e dall’Università degli Studi di Milano.
L’esposizione prosegue le iniziative avviate nel 2016 per il 150° anniversario delle relazioni bilaterali Italia‐Giappone.
Gli anni trenta dell’Ottocento segnarono l’apice della produzione ukiyoe nota come Immagini del Mondo Fluttuante. In quel periodo furono realizzate le serie silografiche più importanti a firma dei maestri che si confermarono come i più grandi nomi dell’arte giapponese in Occidente.
Tra questi spiccò da subito Hokusai, artista e personalità fuori dalle righe che seppe rappresentare con forza, drammaticità e sinteticità insieme i luoghi e i volti, oltre che il carattere e le credenze della società del suo tempo. Egli è considerato uno dei più raffinati rappresentanti del filone pittorico dell’ukiyoe.
Più giovane di circa vent’anni rispetto a Hokusai, Hiroshige divenne un nome celebre della pittura ukiyoe poco dopo l’uscita delle Trentasei vedute del monte Fuji del maestro grazie a una serie, nello stesso formato orizzontale, che illustrava la grande via che collegava Edo (l’antico nome di Tokyo) a Kyoto.
Per gli abbonati Card Musei Metropolitani ingresso ridotto al prezzo speciale di 7€ invece che 14€

giovedì 11 ottobre 2018

E' nata una stella

10 ottobre 2018

Prima visione
A Star Is Born
22 luglio
La strada dei Samouni
L'apparizione
BlacKkKlansman

Il Cinema Ritrovato al cinema
Morte a Venezia
In rassegna
Domenica matinée
Simone Massi e Stefano Savona: spazi di libertà
Terra di Tutti Film Festival
L'Arena del Sole in Cineteca


Schermi e Lavagne
Cineclub per bambini e ragazzi
Cinenido - Visioni disturbate
Prima visione
Cinema Lumière
da giovedì 11 ottobre

A Star Is Born
(USA/2018) di Bradley Cooper (135')
Versione originale con sottotitoli italiani. Prevendita on-line


La storia è la stessa già portata sullo schermo da Wellman, Cukor e Pierson. Nella sua prima prova da regista Bradley Cooper interpreta Jackson Maine, un musicista che scopre e s'innamora di Ally, una talentuosa cantante che fatica ad affermarsi. Nei panni che furono di Judy Garland e Barbra Streisand c'è la popstar Lady Gaga, insieme a Cooper anche autrice e interprete di tutte le canzoni del film. Tra romanticismo e dramma, il racconto intimo delle difficoltà di un rapporto tra gli alti e i bassi del successo.
Leggi di più
DAMSLab
da mercoledì 10 ottobre
22 luglio
(22 July, Norvegia-Islanda/2018) di
Paul Greengrass (143')

Anatomia in tre atti del tragico attacco terroristico di Utoya, in cui l'estremista di destra Breivik massacrò settantasette persone, per la maggior parte adolescenti ospiti di un campeggio, definendosi in missione contro il multiculturalismo delle élite di sinistra. Senza cedere alle lusinghe di una facile retorica, Greengrass  si concentra soprattutto sul caos del post-attentato e sul percorso intrapreso da una nazione per cercare riprendersi e trovare la riconciliazione.
Leggi di più
Sala Cervi
da giovedì 11 ottobre

La strada dei Samouni
(Italia-Francia/2018) di Stefano Savona (128')


La storia dei Samouni, una famiglia palestinese della periferia rurale di Gaza decimata dai bombardamenti israeliani d’inizio 2009. Documentario e animazione si mescolano: mentre Savona entra nella realtà presente dei sopravvissuti, la rievocazione del tragico passato è affidata al chiaroscuro dei disegni di Simone Massi. Distribuito dalla Cineteca di Bologna, è stato premiato come miglior documentario a Cannes 2018.  "Un'opera emozionante e sconvolgente, bellissima e dolorosa, che usa la forza del cinema e delle sue diverse facce per riannodare le trame smagliate della memoria" (Paolo Mereghetti).
Leggi di più
Cinema Lumière - fino al 19 ottobre
Simone Massi e Stefano Savona: spazi di libertà
Massi e Savona sono esponenti di un cinema ‘di resistenza’. Massi, disegnatore e animatore, da eremita nelle sue Marche, Savona da inesausto viaggiatore. Le loro traiettorie si sono incrociate per raccontare la storia dei Samouni. Rendiamo omaggio a entrambi con una rassegna che ne ripercorre le rispettive filmografie e con una mostra,  in collaborazione con BilBOlbul, delle tavole orginali di Simone Massi per La strada dei Samouni.
Leggi di più
Sala Cervi
da giovedì 11 ottobre

L'apparizione
(L'Apparition, Francia/2018) di Xavier Giannoli (144')
Versione originale con sottotitoli italiani. Prevendita on-line


Vincent Lindon veste i panni di un giornalista incaricato dal Vaticano di indagare sull'apparizione della Vergine Maria a una diciottenne di una cittadina delle Alpi francesi. Tra interrogatori e test scientifici, ricerca di testimoni e analisi del passato della ragazza, si immergerà in un territorio mistico per cercare di scoprire la verità. Suspence e ritmo da poliziesco in un film profondo e appassionante sul confine invisibile tra fede e dubbio, sacro e profano, verità e menzogna.
Leggi di più
DAMSLab
fino a mercoledì 17 ottobre

BlacKkKlansman
(USA/2018) di Spike Lee (135')
Versione originale con sottotitoli italiani. Prevendita on-line


L’ultimo atteso film di Spike Lee, Gran Premio della Giuria a Cannes 2018, è un furioso e meditato attacco satirico, una risata che disseppellisce ogni frammento di razzismo nella cultura americana. Siamo negli anni Settanta, e lo stile visivo è quello ruvido della blaxploitation. Un agente di polizia nero vuole infiltrarsi nelle maglie del Ku Klux Klan. Ovunque parallelismi con il presente, che risuonano "come una sirena d'allarme nel bel mezzo di un incubo storico" (New York Times).
Leggi di più
Il Cinema Ritrovato al cinema
Cinema Lumière - dal 15 al 29 ottobre
Morte a Venezia
(Italia-Francia-USA/1971) di Luchino Visconti (130')

La sesta edizione del Cinema Ritrovato al cinema prosegue con il capolavoro di Luchino Visconti tratto da Thomas Mann e restaurato dalla Cineteca di Bologna. La crisi di un intellettuale di mezza età (un indimenticabile Dirk Bogarde) che a contatto con l’ambigua e inquietante verità della bellezza giovanile vede sgretolarsi fino alla morte fisica l’impalcatura delle proprie concezioni estetiche e morali.
Leggi di più

In rassegna
Cinema Lumière - domenica 14, ore 10
Domenica matinée: Divines
Omaggio alla Quinzaine des réalisateurs
. Carta bianca a Edouard Waintrop
Prosegue il nuovo ciclo di matinée domenicali ( in collaborazione con il Forno Brisa) dedicato alla Quinzaine des réalisateurs, sezione competitiva del Festival di Cannes e bacino inesauribile di talenti e scoperte. Dal 2012 al 2018 alla direzione artistica della Quinzaine è stato Edouard Waintrop, che per la Cineteca ha selezionato una serie di titoli emersi per forza espressiva e originalità dello sguardo. Secondo appuntamento con Divines, potente ritratto della banlieu parigina firmato nel 2016 dalla franco-marocchina Houda Benyamina. Aperta la prevendita online.
Leggi di più
Cinema Lumière - dall'11 al 14 ottobre
Terra di Tutti Film Festival
Dodicesima edizione del festival promosso dalle organizzazioni non governative GVC e COSPE, propone documentari che privilegiano i temi della lotta per l’uguaglianza dei diritti, le discriminazioni genere, la difesa della libertà, la coscienza ambientale.
Leggi di più
Cinema Lumière - 17 ottobre
L'Arena del Sole in Cineteca
In occasione dello spettacolo Riccardo3 (di Francesco Niccolini, regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi) in scena all'Arena del Sole dal 23 al 28 ottobre, proponiamo l'adattamento per il grande schermo del classico scespirano firmato e interpretato da Al Pacino.
Leggi di più
Schermi e Lavagne
Cinema Lumière
Cineclub per bambini e ragazzi

13 ottobre, ore 16
Libre
Introduce il regista Michel Toesca

20 ottobre, ore 16
Storie del mondo
selezione di cortometraggi
A seguire laboratori per bambini a cura di Terra di Tutti Film Festal
Cinema Lumière
Cinenido - Visioni disturbate

13 ottobre, ore 15.15 | 17 ottobre, ore 10
Tutti i mercoledì mattina e sabato pomeriggio film in prima visione pensati per i neo-genitori e i loro bambini: deposito carrozzine presso le casse, fasciatoi nei bagni e libertà di disturbo e movimento in sala da parte dei bebè.  Il film scelto per i prossimi due appuntamenti è A Star Is Born di Bradley Cooper, in versione originale con sottotitoli.
Leggi di più
Leggi di più